lunedì, luglio 05, 2010

I Tipi Loschi su Avvenire del 4 Luglio 2010


Avvenire 04/07/2010, A26


Nelle Marche rivive la Compagnia dei tipi loschi



DA SAN BENEDETTO DEL TRONTO


SUSANNA FAVIANI


U
ndici giorni di festa possono essere tanti eppure sono pochi se si vuole provare a raccontare in modo completo una personalità poliedrica e prorompente come quella del beato Pier Giorgio Frassati. Per approfondirla ma soprattutto per provare a «imitarlo» nella vita quotidiana, nella diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto, sin dal 1993 esiste l'associazione della «Compagnia dei tipi loschi del beato Pier Giorgio Frassati». Il nome non è casuale: la compagnia o società dei tipi loschi era infatti il nome dell'associazione fondata dallo stesso beato, caratterizzata da un sano spirito d'amicizia e d'allegria. Della realtà marc higiana fanno parte «giovani» di tutte le età: dai ragazzi di ieri che adesso sono sposati e che portano i figli a quelli un po' «speciali», magari diversamente abili o con un passato difficile alle spalle. Insieme realizzano spettacoli teatrali, campi estivi e campi scuola, mostre tematiche, conferenze, inviti alle lettura. Ma soprattutto si impegnano nella solidarietà e nella preghiera. «I ragazzi e i giovani della Compagnia dei tipi loschi sono persone semplici – ha detto il vescovo Gervasio Gestori – serene ed entusiaste della vita.

Trovano la loro forza nello stare insieme.

Sono contenti e pregano. E sono orgogliosi di essere cristiani, seguendo l'esempio del beato Pier Giorgio Frassati». Incoraggiata dall'arcivescovo Giuseppe Chiaretti, quando era alla guida delle diocesi di Montalto e Ripatransone-San Benedetto del Tronto, la
Compagnia è stata riconosciuta come «associazione privata di fedeli di dir itto diocesano» da Gestori il 31 gennaio 2004. Lo statuto approvato ad experimentum per cinque anni ha ottenuto l'approvazione definitiva nel 2009. La festa di quest'anno in onore di Frassati è iniziata lo scorso 24 giugno proponendo tutta una serie di iniziative che si sono svolte nella sede, la «Casa San Francesco di Paola» a Grottammare, con giochi , preghiera, conferenze e dibattiti. Tra i temi affrontati, le prime persecuzioni anticristiane ma anche l'esempio di personalità carismatiche come il neo beato Jerzy Popieluszko. Oggi, festa liturgica di Frassati, monsignor Gestori presiederà una celebrazione eucaristica alle 19 sul prato della Casa San Francesco. I Tipi loschi del beato Pier Giorgio Frassati, oltre ad avere un sito internet (www.tipiloschi.com) hanno promosso anche uno spazio web di discussione all'indirizzo http://piergiorgiofrassati.blogspot.com.

Mostre, spettacoli teatrali, conferenze ma soprattutto preghiera e solidar ietà tra le iniziative promosse dall'associazione Gestori: la loro forza nello stare insieme



Powered by TECNAVIA / HIT-MP
Copyright (c) Avvenire