Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio
ed erede del Suo regno. Mostrami, con il tuo esempio,come essere lento all’ira
e delicato nei miei rapporti con gli altri.
Aiutami a comunicare la pace di Cristo, pronunciando parole di pace
e vivendo la vita nella pace.
Beato Pier Giorgio chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che è mite
ed umile di cuore, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale.
Con fiducia ti chiedo aiuto …(si formula la richiesta di grazia)

domenica, gennaio 19, 2020

domenica, gennaio 12, 2020

Caramelle croate, amicizia internazionale!

Gli amici chestertoniani croati hanno donato ai nostri ragazzi tanti buoni dolcetti e caramelle, alla maniera di Chesterton e signora durante il Natale!

Grazie, cari amici! Siete molto buoni!

venerdì, gennaio 10, 2020

Un caldo invito al Chesterton Gala 2020!


domenica, gennaio 05, 2020

American e Italian Tipi Loschi sempre insieme.

Gavardo 2020, tappa 4

Finalmente siamo al presepe. Quest'anno è stata ricreata Matera.
Tutto fatto dai nostri amici volontari.
Con la piazza di San Pietro Caveoso e i sassi di Matera e in primo piano la natività.
Un lavoro veramente grande, e questo mi ricorda il nostro viaggio a Firenze e tutta la storia dei lavoratori anonimi delle varie cattedrali. Gente comune, gente umile, gente come noi e come gli amici del Borgo del Quadrel.
Chesterton diceva:"Dio ama la gente comune, e per questo ne ha fatta molta".
Caio ci ringrazia che da venti anni torniamo sempre qui, ricordiamo anche Andrea, Cesarone e Orlando, che da lassù ancora controllano l'operato, e che abbiamo salutato poi al cimitero.
Caio di ricorda che il presepe è anche un modo per avvicinare la gente a Gesù, con la promessa di farlo l'anno prossimo e di esserci anche noi.
Grati di essere amici, Giorgio ci ricorda che siamo qui per un altro motivo, abbiamo fatto insieme un progetto dove Claudio è sceso da noi per insegnarci a fare i presepi, risvegliando l'entusiasmo dei nostri ragazzi, oltre allo scopo artigianale, l'intento è stato quello di approfondire il Natale, e spiegare il significato del presepe e perché è buona cosa farlo.
Grazie a Caio che ha risvegliato in noi tante piccole cose belle.
Grato di essere amici, nel vedere i presepi fatti e anche i genitori della scuola contenti.
Daniela ci ricorda il lavoro fatto a Barbalbero: "

Al cimitero Caio ci ricorda gli albori di questa amicizia, a partire dalla SCA e da Federica Graci, che con il suo pressing invitava a scendere a San Benedetto e a partecipare a questa rissa mal organizzata.

Tanti amici quassù, ogni volta è un dejavu, ma di quelli belli.
Grati di essere amici, per la gloria di Dio.

PS: in extremis, abbiamo aggiunto una nuova tappa: Casa Fam. Capriotti (detto Capra) a Desenzano.

Gavardo 2020, tappa 3

Gavardo 2020, tappa 2

Doveva essere un pranzo veloce... Portata dopo portata, lasagna dopo lasagna, piadina dopo piadina, i nostri cari amici di Rimini, con cui Ciccio, Giorgio, Olmo hanno condiviso l'esperienza in Terra Santa, ci hanno offerto un vero pranzo di nozze! Cosa colpisce? La loro incredibile accoglienza, la loro familiarità con tutti noi (come se ci conoscessimo da una vita), i loro figli di 25 anni che giocano a pistole con i nostri di 3 e 8 anni... Uno spettacolo che solo l'amicizia con Nostro Signore può far succedere. Durante il pranzo abbiamo parlato di noi, delle nostre rispettive esperienze, della nostra Scuola Chesterton e non è mancato l'invito al Gala al quale parteciperanno. Nel porgere loro il biglietto di invito, rappresentato da un' azzurra barchetta, abbiamo spiegato il perché della scelta da parte dei professori di presentare agli alunni un tema che ha a che fare con le barche. Ci ha ispirato una poesia di Jacques Brel, cantautore francese, dal titolo "Conosco delle barche" nella quale si paragonano vari tipi di barche a vari modi di vivere (con paura, in solitudine, in buona compagnia, con coraggio...). Grati, lieti e con le pance piene ripartiamo per la terza tappa: Gavardo!
P. S.: I riminesi salutano tutti i tipi loschi ma un saluto speciale va al "patacca" Beccio.

Ciccio&Claudia

sabato, gennaio 04, 2020

Direzione: Gavardo, sosta a Rimini con Don Bosco!

Direzione Gavardo: prima tappa a Rimini dai nostri amici conosciuti in Terra Santa, al Santuario della Madonna della Misericordia. Qui, nel 1850, il volto della Madonna mosse gli occhi per diversi giorni e Pio IX lo riconobbe come miracolo, regalando anche la cornice d'oro che c'è ancora oggi. Poi, nel 1882, anche il nostro S. Giovanni Bosco, è passato di qui! Passo e chiudo.

Marco Consorti