Beato Pier Giorgio, guidami nel pretendere la legittima eredità di figlio di Dio
ed erede del Suo regno. Mostrami, con il tuo esempio,come essere lento all’ira
e delicato nei miei rapporti con gli altri.
Aiutami a comunicare la pace di Cristo, pronunciando parole di pace
e vivendo la vita nella pace.
Beato Pier Giorgio chiedo la tua intercessione per ottenere da Dio, che è mite
ed umile di cuore, tutte le grazie necessarie al mio bene spirituale e temporale.
Con fiducia ti chiedo aiuto …(si formula la richiesta di grazia)

venerdì, aprile 29, 2016

La mostra del beato Pier Giorgio Frassati spiegata a un gruppo di cresimandi

Cari amici,
sabato scorso la nostra mostra itinerante sul beato Pier Giorgio Frassati è stata a Cupramarittima per essere spiegata ad un gruppo di ragazzi cresimandi. 

E' stata una bellissima occasione per far conoscere la figura di questo beato capace di attrarre sempre più giovani.
Ecco una breve testimonianza di una dei nostri amici che è andata a spiegare la mostra.
Per avere informazioni sulla nostra mostra clicca qui.


"Sabato io e due miei amici, Marco e Jacopo, siamo stati chiamati a presentare il Beato Pier Giorgio Frassati a dei ragazzi di Cupramarittima in preparazione alla Cresima. I ragazzi non erano molti e ciò ci ha permesso di fare un incontro molto più ravvicinato e diretto tra loro e Pier Giorgio, tale per cui presto è uscita fuori la domanda: "Ma voi, a cosa andate dietro? Qual è lo scopo delle vostre giornate? A cosa pensate la mattina appena svegli e la sera prima di addormentarvi?". Questa domanda me la sono posta anch'io quando ho letto la mostra del nostro Beato. Infatti Pier Giorgio questo ce l'aveva ben chiaro: a casa, all'università, tra amici, nello studio, ogni cosa aveva come centro Cristo e proprio questo gli permetteva di vivere in modo straordinario il quotidiano. È proprio questo che rende Pier Giorgio vicino a noi: la semplicità della sua vita è dimostrazione del fatto che per essere santi non bisogna far nulla di straordinario. Io sono chiamata ad essere fedele a Cristo a casa con i miei fratelli, con i miei genitori, con le mie amiche, all'università, nello studio e a testimoniarLo con fermezza e decisione come faceva Pier Giorgio. Il segreto di questa grande forza che animava il Beato risiede nella sua vicinanza quotidiana ai Sacramenti della confessione e comunione e nella recita del Santo Rosario. Spero vivamente che Pier Giorgio abbiamo colpito questi ragazzi e abbia suscitato in loro il desiderio di vivere pienamente la vita avendo solo Cristo come unico chiodo fisso, solo in questo possiamo essere veramente contenti."
Laura Damiani


lunedì, aprile 25, 2016

A Loreto c'è una mostra etinerante sul beato Pier Giorgio Frassati


Dai primi di Aprile fino alla prima decade di Maggio nella parrocchia Sacra Famiglia e San Camillo troverete esposta una mostra ispirata alla figura del beato Pier Giorgio Frassati.
Questa mostra è dal mese di Luglio che sta girando nelle marche: da luglio a settembre a Montorso Centro Giovanile Giovanni Paolo II  vicino Loreto, a Novembre nella parrocchia San Flaviano di Villa Musone a Loreto.
L'obiettivo dei curatori (Gianfranco De Carolis e sua moglie Silvia Daniello) è quello di promuovere in tutta Italia l’esempio e la testimonianza di una vita cristiana ispirata ai valori del Vangelo.
La mostra foto-biografica itinerante, vuol essere un invito a scoprire l’amore che il beato Pier Giorgio Frassati (Torino 1901-1925) nutriva per nostro Signore e per il prossimo, con modi ed espressioni che, pur lontani nel tempo, fanno sperimentare nostalgia dell’Infinito verso il quale tende l’animo umano.  
Invitiamo voi tutti ad andarla a visitare e conoscere la figura del beato Pier Giorgio Frassati, un'esempio di Santità che vale la pena riscoprire e promuovere.


Evviva Pier Giorgio e bravi questi nostri amici!





sabato, aprile 23, 2016

Aiutaci a diffondere la figura del beato Pier Giorgio Frassati! Noleggia la nostra mostra!

La nostra mostra itinerante presenta l'affascinante figura del Beato Pier Giorgio Frassati, l'uomo delle otto beatitudini che reca con sè la grazia del Vangelo, della Buona Novella, la gioia della salvezza offertaci da Cristo. Il Santo Padre Giovanni Paolo II ebbe a dire: 'Andate e osservate com'era l'uomo delle otto betitudini... Pier Giorgio Frassati ci mostra dal vivo che cosa veramente significhi, per un giovane laico, dare una risposta concreta al vieni e seguimi. Basta dare uno sguardo sia pure rapido alla sua vita, consumatasi nell'arco di appena ventiquattro anni, per capire quale fu la risposta che Pier Giorgio seppe dare a Gesù Cristo. Il Cristianesimo è gioia... Pier Giorgio era un giovane di una gioia trascinante, una gioia che superava anche tante difficoltà della sua vita perchè il periodo giovanile è sempre anche un periodo di prova delle forze.
Per richiedere informazioni andare sul sito  





Una bella testimonianza sull'incontro sul beato Pier Giorgio Frassati tenutosi a Terni


Domenica 17 Aprile Presso il Cenacolo San Marco (Terni) si è tenuto un incontro sul beato Pier Giorgio Frassati.
L’iniziativa dal titolo “Verso l’Alto” è stata organizzata L’iniziativa, organizzata dall’Istituto di studi teologici e storico sociali (Istess) di Terni in collaborazione con la Commissione diocesana per la pastorale giovanile.

All’incontro sono intervenuti l’Avvocato Marco Sermarini (Fondatore della Compagnia dei Tipi Loschi di Grottammare) e Don Matteo Antonelli (Assistente ecclesiastico Azione Cattolica).
L’obiettivo dell’iniziativa era quello di far conoscere e promuovere la figura di questo beato torinese che è stato in grado di trasformare in “ordinaria” la straordinaria strada della Santità.

Di seguito una breve testimonianza di uno degli organizzatori dell’evento: Fabrizio Saracino.

“Un giovane scout osserva incuriosito un vecchio ritratto appeso in una casa famiglia nella quale sta svolgendo il suo servizio.  Il dipinto ritrae un bel giovane dalla faccia simpatica, il cui nome è riportato su targhetta. Notatola, il giovane scout chiede ad un’operatrice della casa famiglia: Chi è Pier Giorgio Frassati?: La donna lo guarda, sorride e risponde: “Un bravo ragazzo”
Così Marco Sermarini, avvocato di San Benedetto del Tronto (AP) e fondatore della “Compagnia dei Tipi Loschi” (come si definivano gli amici di Pier Giorgio Frassati) racconta il suo primo incontro, voluto dalla Provvidenza, con il giovane torinese proclamato beato da San Giovanni Paolo nel 1990. La curiosità fece il resto. La stessa curiosità che ci ha spinti ad organizzare con l’ISTESS questo incontro, tenutosi a Terni domenica 17 aprile e presieduto, oltre che dall’amico Marco, anche da don Matteo Antonelli, assistente dell’Azione Cattolica Ragazzi diocesana.
Dai loro interventi emerge la splendida figura di Pier Giorgio, un giovane apparentemente ordinario: bello, intelligente, amico di tutti, amante della montagna, dello sport e dei sani divertimenti. Era capace però, al tempo stesso, di vivere la contemporaneità di Gesù Cristo, caratteristica che condivideva con tutti i santi, da San Francesco a Chiara Luce Badano, la cui passione per Dio li rende dei tramiti per noi, attirandoci prima a sé per poi portarci inevitabilmente all’amore del Signore.
Quella del giovane Frassati era una vita fatta di Carità viva, di attenzioni verso l’altro, dove l’Altro è Cristo: «Tutto quello che avete fatto a uno di questi miei fratelli più piccoli, l’avete fatto a me». Richiamando il Vangelo, Don Matteo ci mostra da cosa scaturisce quest’attenzione di Pier Giorgio verso gli ultimi, una profonda spiritualità domenicana (era Terziario dell’ordine di San Domenico) che vedeva nello studio un mezzo di cambiamento.  Non a caso egli scelse come facoltà ingegneria mineraria, per poter star più vicino a quella che allora era una delle categorie più misere, quella dei minatori.
San Tommaso d’Aquino, il grande “Doctor Angelicus” domenicano, ci dice che «chiunque è capace di un amore perfetto può raggiungere la beatitudine». La capacità di avere uno sguardo esteso a 360° sulle miserie del mondo, unita a questo sapersi donarsi gratuitamente, resero Pier Giorgio un vero uomo delle beatitudini, di cui la più grande in lui si mostra la misericordia: questo cuore spalancato per accogliere di cui raccontano i tanti aneddoti  illustrati dal Sermarini, questo sapersi tirare indietro per rinunciare al proprio io e far spazio sempre di più alla volontà di Dio, sono i tratti distitivi della difficile, e per questo bellissima, scalata di Frassati sulle alpi di Dio.
 «Beati i misericordiosi perché troveranno misericordia» (Mt 5,7)”

Evviva Pier Giorgio Frassati!


La raccolta fondi per la scuola G.K.Chesterton continua.

Cari amici,
Vi ricordo il crowdfunding che stiamo promuovendo da qualche tempo a favore della nostra scuola. Farete cosa molto gradita diffondendo questo collegamento e chiedendo ai vostri amici di sostenere economicamente la nostra scuola che è completamente libera e non riceve finanziamenti se non da chi la ama. 
Grazie!
http://buonacausa.org/cause/scuolachesterton?tab=0


venerdì, aprile 22, 2016

Il nostro Centro Estivo apre a Cupra Marittima!

Centro Estivo Sportivo a Cupra Marittima...

la struttura...il Giardino d'Infanzia

"Principe di Napoli".