venerdì, aprile 29, 2016

La mostra del beato Pier Giorgio Frassati spiegata a un gruppo di cresimandi

Cari amici,
sabato scorso la nostra mostra itinerante sul beato Pier Giorgio Frassati è stata a Cupramarittima per essere spiegata ad un gruppo di ragazzi cresimandi. 

E' stata una bellissima occasione per far conoscere la figura di questo beato capace di attrarre sempre più giovani.
Ecco una breve testimonianza di una dei nostri amici che è andata a spiegare la mostra.
Per avere informazioni sulla nostra mostra clicca qui.


"Sabato io e due miei amici, Marco e Jacopo, siamo stati chiamati a presentare il Beato Pier Giorgio Frassati a dei ragazzi di Cupramarittima in preparazione alla Cresima. I ragazzi non erano molti e ciò ci ha permesso di fare un incontro molto più ravvicinato e diretto tra loro e Pier Giorgio, tale per cui presto è uscita fuori la domanda: "Ma voi, a cosa andate dietro? Qual è lo scopo delle vostre giornate? A cosa pensate la mattina appena svegli e la sera prima di addormentarvi?". Questa domanda me la sono posta anch'io quando ho letto la mostra del nostro Beato. Infatti Pier Giorgio questo ce l'aveva ben chiaro: a casa, all'università, tra amici, nello studio, ogni cosa aveva come centro Cristo e proprio questo gli permetteva di vivere in modo straordinario il quotidiano. È proprio questo che rende Pier Giorgio vicino a noi: la semplicità della sua vita è dimostrazione del fatto che per essere santi non bisogna far nulla di straordinario. Io sono chiamata ad essere fedele a Cristo a casa con i miei fratelli, con i miei genitori, con le mie amiche, all'università, nello studio e a testimoniarLo con fermezza e decisione come faceva Pier Giorgio. Il segreto di questa grande forza che animava il Beato risiede nella sua vicinanza quotidiana ai Sacramenti della confessione e comunione e nella recita del Santo Rosario. Spero vivamente che Pier Giorgio abbiamo colpito questi ragazzi e abbia suscitato in loro il desiderio di vivere pienamente la vita avendo solo Cristo come unico chiodo fisso, solo in questo possiamo essere veramente contenti."
Laura Damiani