martedì, aprile 21, 2015

Sbarchi e morti in mare, brutte storie, ma ad Annalisa Teggi viene in mente una cosa bella...


Dal profilo di Annalisa Teggi su Facebook:


«Ripropongo oggi qs articolo di Rodolfo Casadei di due anni fa, perché c'è una piccolissima realtà in Africa che brilla, e -mi si perdoni il linguaggio figurato- che rema contro i barconi della follia. Aiutarli a casa loro è questo, come sa bene chi lo fa, Pump Street e Società Chestertoniana Italiana ad esempio.


Kanu, l'africano che ha portato Chesterton in Sierra Leone»

Bella idea, Annalisa! Hai fatto bene a dire ciò che hai detto!

E allora noi rilanciamo ancora una volta il nostro eroe africano, John Kanu, una delle persone a cui noi chestertoniani italiani vogliamo più bene al mondo!

Stiamo cercando di moltiplicare lo sforzo per aiutarlo, vorremmo mandargli non un container ma due o tre container di utensili vecchi e nuovi per incrementare la sua scuola di mestieri, ora che sono salvi dalla fame e dallo sfruttamento. Loro sono veri distributisti e quello che fanno loro lo possiamo fare anche noi, e qui possiamo aiutarli alla grande, e basta poco!

Per aiutare John collegatevi a questa pagina:


Lì troverete la "lista nozze" di John, perché noi facciamo così: se vediamo una cosa buona ed un buon amico che fa sul serio siamo portati a sposare tutto, per cui se ci si sposa ci vuole una bellissima lista nozze e voi siete gli invitati!

Contribuite! Aiutateci ad aiutare il nostro eroe John! Diffondete, cliccate, condividete, dategli sotto!

Basta anche la zappetta di casa che non usate più nel vostro giardino, un cacciavite, un martello, un piccolo dono, ditelo ai vostri bambini, vi riempiranno casa!

Conto sul vostro aiuto, amici carissimi.

Marco Sermarini