lunedì, marzo 09, 2009

Il Papa a maggio in Terra Santa: «Pregherò per l'unità e la pace»

Da L'Avvenire

«Dall’8 al 15 maggio compirò un pellegrinaggio in Terra Santa per domandare al Signore, visitando i luoghi santificati dal suo passaggio terreno, il prezioso dono dell’unità e della pace per il Medio Oriente e per l’intera umanità». Dopo le tante indiscrezioni trapelate nei giorni scorsi è stato proprio Benedetto XVI ad annunciare, ieri all’Angelus, il suo prossimo viaggio apostolico in Terra Santa. «Sin d’ora - ha aggiunto - conto sul sostegno spirituale di tutti voi, perché Iddio mi accompagni e ricolmi delle sue grazie quanti incontrerò sui miei passi». Una ulteriore precisazione sul viaggio è giunta poi dalla Sala Stampa vaticana tramite un comunicato: «accogliendo l’invito del Re di Giordania, del Presidente di Israele, del Presidente dell’Autorità Nazionale Palestinese e dell’Assemblea degli Ordinari cattolici, Sua Santità Benedetto XVI compirà un pellegrinaggio in Terra Santa dall’8 al 15 maggio 2009 recandosi ad Amman, Jerusalem, Bethlehem e Nazareth».

Un viaggio che si preannuncia carico di significati anche alla luce delle polemiche delle settimane scorse sul caso del vescovo lefebvriano negazionista Richard Williamson. Il programma dettagliato del viaggio non è stato ancora reso noto anche se alcuni organi di stampa ne hanno anticipato alcuni appuntamenti. Tra questi la visita alla New King Hussein Mosque, dedicata al defunto re Hussein. Sarà la terza volta che un Pontefice pregherà in un luogo di culto musulmano: la prima fu con Giovanni Paolo II a Damasco nel 2001, la seconda nella Moschea Blu di Istanbul nel 2006 con Benedetto XVI. Segnalate, sempre secondo indiscrezioni non confermate, la visita al Monte Nebo, al luogo del battesimo di Gesù al Giordano, allo Yad Vashem e al Muro del Pianto ed incontri con il Gran Mufti di Gerusalemme e i due Gran Rabbini d’Israele. Benedetto XVI si recherà anche nei Territori palestinesi dove incontrerà Abu Mazen, a Betlemme celebrerà la messa nella piazza della Mangiatoia, e in seguito visiterà un campo profughi.