sabato, settembre 18, 2010

Nel giorno del 150* anniversario della Battaglia di Castelfidardo

"Nel 1527, durante un duro assedio, il Consiglio della città a gran maggioranza decise di eleggere Gesù Re di Firenze - come anni prima aveva proposto Gerolamo Savonarola - e sulla porta maggiore di Palazzo Vecchio (fra il Davide di Michelangelo e l'Ercole del Bandinelli) fu posta una lastra di marmo con questa epigrafe: 'Jesus Christus Rex Florentini Populi S. P. Decreto Electo'".

> Nota: La storia è raccontata da Giovanni Papini nel suo Storia di Cristo (Vallecchi 1921, p. XXX), dove sottolinea che "quel decreto non fu mai formalmente abrogato e disdetto e lo scrittore di quest'opera è fiero di riconoscersi, anche oggi, dopo quattrocent'anni di usurpazioni, suddito e soldato di Cristo Re".

> Dal libro di Antonio Socci "Caterina - Diario di un padre nella tempesta", Rizzoli, 2010.

I Tipi Loschi sanno che Pier Giorgio Frassati amava il Savonarola e ne prese il nome come terziario domenicano proprio per questo motivo, e che aveva letto il libro di Papini.

Viva Cristo Re!